Giocare a Risiko sulla pelle dei migranti

Il 3 Ottobre è la Giornata Nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione.

Dichiara Nico Lotta, Presidente della ONG Volontariato Internazionale per lo Sviluppo: “Il ricordo, la memoria condivisa di eventi tragici non deve essere il fine, ma lo strumento per una riflessione: l'Africa deve tornare ad essere una priorità nell'agenda della politica estera italiana ed europea. Il fenomeno migratorio non è un’emergenza da tamponare con misure provvisorie e con assai discutibili accordi con i governi dei paesi di origine e di transito al solo scopo di bloccare i flussi diretti in Europa. Sono piuttosto necessari interventi di lungo periodo, concreti e pensati sulle reali esigenze delle popolazioni locali, a partire dalle sistematiche violazioni dei diritti umani e dalle profonde diseguaglianze”.

Il VIS e Missioni Don Bosco sono presenti in Africa da decenni a fianco dei Salesiani di Don Bosco. Nell’ambito della lotta alla migrazione irregolare e al traffico di esseri umani, conducono specifici progetti di sensibilizzazione e di sviluppo. In Italia supportano la rete salesiana di assistenza e accoglienza dei migranti, in particolare rifugiati e minori non accompagnati.

Afferma Giampietro Pettenon, Presidente di Missioni Don Bosco. “In Ghana, Nigeria, Costa d'Avorio, Senegal ed Etiopia lavoriamo per sensibilizzare i potenziali migranti sui rischi del viaggio e per promuovere progetti di sviluppo in loco. Con la nostra campagna Stop Tratta. Qui si tratta di esseri umani, abbiamo già raggiunto migliaia di giovani e intendiamo ampliare ancora l’impatto delle nostre azioni”. 

 

sezioni: