Indietro ] Madri immigrate ] Figli immigrati ] [ Scuola e socialità ] Progetto educativo ] Gli strumenti ]

ioregger.wmf (2998 byte) SCUOLA E SOCIALITA'

pulsante lampeggiante.gif (995 byte)

Scuola

pulsante lampeggiante.gif (995 byte)

Ricongiungimento con i figli

pulsante lampeggiante.gif (995 byte)

Socialità

 

La scuola

L'ingresso nelle nostre scuole rappresenta, per questi bambini, come per tutti i bambini, l'uscita dalla famiglia e l'opportunità di ampliare i propri orizzonti e con essi i propri referenti di identificazione. Affinchè tale passeggio non rappresenti per questi bambini un ulteriore trauma è fondamentale che i due mondi quello familiare e quello scolastico siano tra loro in collegamento, siano create le condizioni per la ricerca di un dialogo necessario e possibile.

L'esperienza del lavoro di questi anni in questo campo ci dice che il minore immigrato rappresenta per l'istituzione scolastica una novità che, per certi versi, non è preparata ad accogliere: non vi è ancora stato un momento di attiva mediazione tra la cultura di cui il minore straniero è portatore e la cultura rappresentata dalla scuola.

Inoltre la struttura rigida della scuola, con programmi ministeriali, gli obbiettivi prefissati, i tempi standardizzati, i contenuti calibrati su alunni italiani, ritarda, se non addirittura impedisce, il riconoscimento delle potenzialità e delle risorse rappresentate dai minori stranieri.

torna su.gif (1306 byte)Torna a inizio pagina

Ricongiungimento con i figli

Un fenomeno di consistente portata riguardante l'area dell'immigrazione del quale si ha ampio sentore in modo particolare in quest'ultimo periodo è rappresentato dai ricongiungimenti familiari, in particolare di quelli tra le coppie genitoriali già stabilite nel nostro Paese e i loro figli già in età scolare o adolescenti cresciuti nel loro paese d'origine. Per questi soggetti ancora giovani che sostanzialmente non conoscono l'Italia e non sono ancora abituati a vivere con i propri genitori, le problematiche dell'inserimento si presentano particolarmente complesse. Ciò che li aspetta infatti è un mondo sconosciuto sul versante familiare, sul versante scolastico, sul versante della socializzazione e su quello delle amicizie.

Per il minore immigrato cresciuto nel proprio paese d'origine, che giunge in Italia già adolescente, sembra non esserci posto nella nostra scuola se non a prezzo di severe penalizzazioni (tra cui: inserimenti vistosamente sproporzionati fra età scolare riconosciuta ed età cronologica, esclusione scolastica fino all'apprendimento della lingua italiana, ecc). Naturalmente anche in questi casi ci sono le encomiabili eccezioni dovute alla buona volontà e all'interessamento di pochi insegnanti illuminati o all'azione isolata di un singolo dirigente scolastico.

torna su.gif (1306 byte)Torna a inizio pagina

Socialità

Infine esiste una sensazione comune a molte persone di non sentirsi padrone della propria esistenza. In passato esistevano istituzioni che offrivano all'individuo un senso d'appartenenza e di socialità. Esse garantivano un certo controllo e confini sociali che davano un senso all'esistenza. La Chiesa e la famiglia patriarcale, per esempio, erano presenze molto influenti nella vita delle persone. La chiesa in occidente è molto più debole di un tempo, conta sempre meno nella vita delle persone e le famiglie sono spesso divise, frammentate. Anche il lavoro non è più lo stesso: non è più la fattoria che aveva nostro nonno e il nonno di suo nonno.

Oggi le relazioni sociali sono molto più fluide e per molti è diventato difficile ritagliarsi un ruolo nella società, trovare una collocazione quindi per gli stranieri è difficile perchè mancano identità e valori di riferimento e c'è il timore di essere incorporati nel sistema .

La mancata conoscenza del linguaggio modifica la percezione del sè perchè impedisce il contatto con la cultura in cui la persona vive, quindi la socializzazione avviene in un secondo tempo, quando l'immigrato impara a comunicare all'interno di una cultura.

torna su.gif (1306 byte)Torna a inizio pagina

Precedente ] Indietro ] Successiva ]