Indietro ] [ Sintesi ] Viaggiare ieri e oggi ] Turismo e Sud ] Impatto del turismo ] Esperienze ] Gli strumenti ]

s.jpg (8547 byte)INTESI

Che il turismo sia un fenomeno in forte espansione, protagonista di un ruolo economico di primo piano, lo sa chiunque abbia provato a viaggiare. Gli aerei hanno accorciato le distanze fra i continenti, ma non hanno ancora avvicinato i popoli. E così anche questa occasione di sviluppo economico per il Sud del mondo rappresentata dal turismo finisce per arricchire i soliti noti.

 

Il Turismo Responsabile è un modo nuovo di viaggiare, alternativo e responsabile che si pone come obiettivo creare itinerari mirati a raggiungere un punto d'incontro geografico e culturale e volti alla diffusione di un turismo che rispetti le esigenze dei popoli e dei paesi visitati.

 

I comportamenti di fondo del turista responsabile sono riassunti nei 6 punti del "codice di viaggio", da considerare insieme alla valutazione dell'impatto ambientale:
non casualità
preparazione del viaggio per ottenere dinamiche positive nel gruppo e con gli ospitanti;
importanza delle valenze culturali;
equità sul piano economico;
cooperazione;
poche destinazioni approfondite.

 

Nel 1998 è nata AITR, l’Associazione Italiana Turismo Responsabile, composta da 28 associazioni del Terzo settore, impegnate a vario titolo nel turismo, che ha promosso una "Carta di identità per viaggi sostenibili", rivolta fondamentalmente al turista e all’industria profit, e che raccoglie una serie di linee guida per tre "attori": i tour operator, le comunità d'accoglienza e i turisti.

torna su.gif (1306 byte)Torna a inizio pagina

Indietro ] Successiva ]