• warning: stristr(): Empty delimiter in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 39.
  • warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 22.
  • warning: stristr(): Empty delimiter in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 38.
  • warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 22.

Solidarietà economica

  • Sharebar

Nei paesi poveri, nella maggior parte dei casi, le rette scolastiche, le spese per il materiale didattico e per gli spostamenti per raggiungere le scuole (spesso situate in centri urbani molto lontani dai villaggi di residenza) sono troppo alte perché una famiglia possa farsene carico; o addirittura, molto spesso i bambini non possono permettersi di “perdere tempo” andando a scuola perché devono andare a lavorare e contribuire economicamente alla sopravvivenza della famiglia.

D’altra parte, l’istruzione è fondamentale soprattutto laddove la povertà estrema ne impedisce lo sviluppo, nei Paesi del Sud del Mondo (con i quali intendiamo attivare gemellaggi), proprio perché rappresenta un modo per uscire dal vincolo della povertà; istruzione in questi Paesi vuol dire lotta contro la fame, perché una popolazione istruita ha le conoscenze e gli strumenti per contrastare la povertà; vuol dire lotta contro le malattie, spesso dovute all’ignoranza delle comuni norme igieniche; vuol dire formazione professionale, e quindi capacità di lavorare e produrre ricchezza sia su piccola che su grande scala; vuol dire modernizzazione, crescita demografica controllata, coscienza civile e politica e processo di democratizzazione.

Il contributo economico che ciascuna classe vorrà dare è importante e rappresenterà pertanto non solo un aiuto diretto e immediato, ma anche la base ed il fondamento per un atto concreto di solidarietà.

Il contributo avrà anche fini didattici ed educativi perché gli studenti potranno rendersi conto della differenza del costo della vita nei diversi paesi, e delle conseguenti differenze culturali e delle priorità dei loro coetanei in un Paese Povero.

Si auspica che le scuole italiane partecipino con un contributo minimo di 250,00 euro all’anno. L’invio del contributo potrà essere effettuato direttamente dalle scuole italiane alle scuole gemellate dei paesi del Sud del mondo, oppure potrà essere inviato tramite il VIS.
 


Per aderire ad un gemellaggio o ricevere maggiori informazioni:
Telefono: 06-51629312 e-mail: gemellaggi@volint.it

DONAZIONI

Banca Popolare Etica
VIS - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo
IBAN IT70F0501803200000000520000

Conto Corrente Postale
VIS - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo
ccp 88182001

SEGUICI!