DIRITTO E NORMATIVA DELLE MIGRAZIONI

WEBINAR GRATUITO: clicca QUI per iscriverti gratuitamente !

 

Oggi più che mai addentrarsi nella normativa italiana sulle migrazioni attualmente in vigore significa partire da un approccio basato sui diritti umani e sulla normativa internazionale In questo ambitopiù che in altri esiste un forte legame tra politica, Stato (o Stati) e diritto che rende difficile districarsi nella successione delle norme e della giurisprudenza e individuare, di volta in volta, gli strumenti giuridici che abbiamo a disposizione per risolvere caso per caso le diverse fattispecie.

La normativa italiana in materia di immigrazione è soggetta a continue modifiche nel corso degli anni. Alcune dipendono dalla trasposizione nel nostro ordinamento delle direttive europee e, di conseguenza, dall’adeguamento delle norme interne alla norme del diritto dell’Unione. Questa evoluzione normativa è particolarmente evidente, ad esempio, nella legislazione in materia di protezione internazionale, quasi interamente di derivazione europea.

Ma proprio perché in questa materia il diritto ed i diritti sono fortemente condizionati dalle scelte politiche, assistiamo continuamente a dei cambiamenti delle norme che la disciplinano.

Pensiamo alla modifiche apportate al c.d. Testo Unico sull’immigrazione del 1998, a cominciare dalla c.d. legge Bossi-Fini, nel corso degli ultimi 20 anni. Modifiche spesso adottate con decreti legge anche quando non ricorrevano i motivi di necessità ed urgenza richiesti per la loro adozione. Pensiamo al recentissimo Decreto Salvini in materia di immigrazione e sicurezza che, qualche giorno addietro, è stato approvato in Senato e a giorni verrà sottoposto a votazione alla Camera dei deputati.

Questo webinar vuole essere un assaggio di questi temi: avremo poi modo di discuterne e confrontarcidurante il corso che inizierà il 4 dicembre prossimo “Diritto e Normativa delle Migrazioni”.

REGISTRATI AL WEBINAR GRATUITO!

 

 

 

tassonomia default: