News dall'Etiopia

  • Aperitivo solidale, successo per l'evento di Salerno a favore dell'Etiopia

    25 giugno 2018 - Costruire un pozzo in Etiopia, ma non solo. L’obbiettivo è aumentare la fruibilità di ogni punto di distribuzione dell’acqua, creare tubature di connessione e formare la popolazione affinché sia autonoma nella gestione delle reti.

  • Etiopia, un pozzo non basta

    15 giugno 2018 - Secondo i dati ONU, tra il 1990 e il 2015 la popolazione mondiale che ha avuto accesso a una migliore qualità dell’acqua potabile è salita dal 76% al 91%. Ma c’è ancora molto da fare, perché gli stessi dati evidenziano che la scarsità di acqua colpisce più del 40% della popolazione globale, con un trend che si prevede in amento.

  • Vita da volontario: una lettera dall'Africa!

    Com’è la vita quotidiana di un volontario in Africa? Quali sono i ritmi e come vivono la quotidianità così lontani da casa e impegnati in un lavoro che pervade ogni minuto della loro giornata. Le lettere dei volontari, come quella che pubblichiamo qui di seguito, che periodicamente ci arrivano riescono a farci capire meglio com’è la vita del volontario.

    Questa è la testimonianza dal campo di Rula e Gianni, volontari VIS in Etiopia.

  • Il Natale sereno degli ex ragazzi di strada della Don Bosco Children di Addis Abeba

    8 gennaio 2018 - Il Natale è in ogni parte del mondo la festa della famiglia e del calore casalingo. Per tante persone e tanti bambini, purtroppo, non è così.

  • Il VIS nel Programma Since per il contrasto alla migrazione irregolare in Etiopia

    1 dicembre 2017 - Ieri l’Ambasciata italiana in Etiopia ha firmato accordi di finanziamento con alcune, selezionate organizzazioni della società civile per un importo totale di 14 milioni di euro. Gli accordi si inseriscono nell’ambito del programma “SINCE” - Migrazione irregolare nell'Etiopia settentrionale e centrale”, finanziato dall'Unione Europea attraverso un fondo fiduciario per l'Africa dal valore di 20 milioni di euro.

  • "La migrazione irregolare dall'Etiopia": la risposta è il dialogo

    20 novembre 2017 - Lo scorso venerdì 17 novembre il Presidente del VIS Nico Lotta ha partecipato al seminario di Cifa Onlus “La migrazione irregolare dall'Etiopia verso paesi terzi - Analisi delle cause e delle possibili risposte al fenomeno nel quadro dei programmi dell'AICS".

  • Il contributo dell'Istituto Salesiano San Marco a Print your future!

    6 luglio 2017 - L'Istituto Salesiano San Marco è stato uno dei partner del VIS nel progetto "Print your Future", la costruzione di una scuola per arti grafiche ad Addis Abeba in Etiopia. 

  • Tavola rotonda nel Tigray: lavorare insieme allo sviluppo economico sostenibile!

    22 maggio 2017 - Mercoledì 17 maggio, VIS e i Salesiani di Don Bosco in Etiopia hanno organizzato la tavola rotonda “Promozione di processi partecipativi di pianificazione e governance per sostenere lo sviluppo locale nella Regione del Tigray: il ruolo degli attori privati e pubblici”, nell’ambito del progetto “Co-partners in development: building up and enhancing multi actor partnership and synergies for the mainstreaming of effective, partecpatory and human rights based development strategies addressed to vulnerable youth in 36 ACP Countries”, co-finanziato dall’Unione Europea ed implementa

  • Print your future: i corsi di formazione procedono!

    Il progetto “Print your future”, realizzato in Etiopia in Partnership con il Ministero degli Affari Esteri e la Conferenza Episcopale Italiana,  prevede la realizzazione di corsi nelle arti grafiche e tipografiche all’interno di Don Bosco TVET (Technical and Vocational Education and Training) Mekanissa.
    Si tratta di corsi serali destinati prevalentemente a lavoratori  ed operatori dell’industria tipografica per migliorare le competenze ed offrire maggiori opportunità di impiego. Alle lezioni teoriche vengono affiancate lezioni pratiche grazie all’allestimento di un laboratorio tipografico.

  • Insieme ad UNODC e SDB per i bambini di strada di Addis Abeba

    9 febbraio 2017 - Nel 2016 la vita di circa 100 bambini vulnerabili in Etiopia è cambiata radicalmente, in un modo che loro stessi non avrebbero nemmeno potuto immaginare solo un anno prima: da una vita fatta di miseria, povertà e paura in cui erano costretti a dormire per strada, a lavorare duramente (talvolta coinvolti in reti minori), ad una nuova vita in cui è stato restituito loro il diritto ad essere bambini e soprattutto la speranza nel futuro. È stato offerto loro un riparo, un posto al sicuro, la possibilità di studiare.

Pagine