Salta al contenuto principale

The spherical cooperation

Why does the circular economy dictate a new model for development cooperation?

The theme of the circular economy has nowadays become widespread, as a new model of production and consumption of goods and services. The core of this concept consists of some fundamental elements: less use of resources, with less waste production; recovery and reuse of finished products or their essential components; collection of waste materials and conversion into other substances, products or materials. A mechanism by which matter eternally returns to the starting point and it starts again: no phase and no point of the cycle are peripheral or residual.

This idea of circularity, however, has in itself a potential that goes far beyond the economic sphere and pushes to outline an innovative vision, a model for managing local and international relations. A new model that also concerns international cooperation, which profoundly affects its traditional way of being.

In this way it takes on a new role: spherical cooperation. But what exactly is meant by this expression? Circularity here takes on two different meanings. The first is “planetary cooperation”, i.e. operational and effective cooperation around the globe. The second, perhaps less intuitive, is “circularity of flows”: for example, let's think about the application of the principles of circular and non-linear economy in migratory flows. No more the extractivism of labour, according to which we import raw materials at low cost as much as human resources. But we also think of circularity as a plastic, three-dimensional representation of reciprocity, of a mutual exchange approach. The European Union, as usual pioneering in the field of cooperation, has already shown itself to be sensitive to such approach, even changing the name of DG DEVCO into Directorate-General for International Partnerships (DG INTPA).

Therefore, no longer a system based on the paternalistic initiative of a donor towards a beneficiary, and not even a mere transition to the equal partnership formula, more of a facade than of substance, but the constant consideration of being part of a "world supply chain" – environmental, social, economic – where everything circulates and has implications for everyone. A spherical system of relations.

In this web talk we address both the initial cue of the circular economy "phenomenon" and the lessons of method and contents that it can offer to the complex world of international cooperation, ushering in a new era of circular partnerships. Indeed, spherical.

 

 

 

Si è ormai ampiamente diffuso il tema dell’economia circolare, quale nuovo modello di produzione e consumo di beni e servizi. Il nucleo portante di questo concetto è costituito da alcuni elementi fondamentali: minor impiego di risorse, con minore produzione di rifiuti; recupero e riutilizzo dei prodotti finiti o delle loro componenti essenziali; raccolta dei materiali di scarto e riconversione in altre sostanze, prodotti o materiali. Un meccanismo per cui la materia ritorna eternamente al punto di partenza e riparte: nessuna fase e nessun punto del ciclo sono periferici o residuali.

Questa idea di circolarità, tuttavia, ha in sé un potenziale che travalica di molto l’ambito economico e si spinge a tracciare una visione, un modello innovativo di gestione delle relazioni locali e internazionali. Un nuovo modello che riguarda anche la cooperazione internazionale, che incide profondamente nel suo tradizionale modo di porsi.

Quest’ultima, in tal modo, assume una nuova veste: quella di cooperazione sferica. Ma cosa si intende esattamente con tale espressione? La circolarità assume qui due significati diversi. Il primo è quello di cooperazione planetaria, cioè una cooperazione operativa ed efficace in tutto il globo. Il secondo, forse meno intuitivo, è quello di circolarità dei flussi: per esempio, pensiamo alla applicazione dei principi di economia circolare e non lineare nei flussi migratori. Non più l’estrattivismo di manodopera per cui importiamo a basso costo materie prime tanto quanto risorse umane. Ma pensiamo anche alla circolarità come rappresentazione plastica, tridimensionale, della reciprocità, di un approccio di mutuo scambio. L’Unione Europea, come al solito pioneristica in materia di cooperazione, si è già dimostrata sensibile a questa impostazione, modificando persino la denominazione della Direzione DEVCO in Directorate-General for International Partnerships (DG INTPA).

Non più, dunque, un sistema fondato sull’iniziativa paternalistica di un donatore verso un beneficiario, e nemmeno un mero passaggio alla formula “partenariato alla pari”, più di facciata che di sostanza, bensì la considerazione costante di far parte di una “filiera mondo” – ambientale, sociale, economica – dove tutto circola e ha implicazioni per tutti. Un sistema di relazioni sferico.

In questo web talk affrontiamo sia lo spunto iniziale del “fenomeno” economia circolare, sia le lezioni di metodo e di merito che essa può offrire al mondo complesso della cooperazione internazionale, inaugurando una nuova era di partenariati circolari. Anzi, sferici.

 

The web talk is on the Zoom platform and participation to the web talk  is FREE.

The talk will be held in ENGLISH.

The talk is meant to be a conversation: participants will therefore have the opportunity to interact with the speaker and participate actively sharing their knowledge, doubts, questions on the topic.

 

Il web talk si tiene sulla piattaforma Zoom e la partecipazione al web talk è GRATUITA.

Il talk si tiene in lingua INGLESE.

Il talk vuole essere una conversazione: i partecipanti pertanto avranno quindi la possibilità di interagire con la relatrice e partecipare attivamente, contribuendo alla condivisione di riflessioni sul tema.

 

An attendency certificate will be issued upon request.

 

Il certificato di partecipazione verrà rilasciato su richiesta.

 

 

Inizio Corso19/03/2021
Scadenza Iscrizioni19/03/2021
Durata1 ora
CostoGRATUITO

VIS Advanced Training School invites you to a meeting on ZOOM.

 

Date: 19/03/2021

Time: 1 PM

 

To register click on this LINK

 

After registering, you will receive a confirmation via email containing all the information to attend the talk.

 

 

La Scuola di Alta Formazione del VIS ti invita ad un meeting su ZOOM


Data: 19 Marzo, 2021

Orario: 1:00 PM

 

Per registrarsi clicca su QUESTO LINK

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZ0sf-Gtrz0oGddraPCcZOlFEYU4G6-Is01U

 

Dopo aver effettuato la registrazione, riceverai una conferma sulla mail contenente tutte le informazioni su come partecipare al talk.