Libano: venti di guerra tra l'esercito israeliano e gli hezbollah sciiti

Questa mattina gli hezbollah libanesi hanno bombardato le postazioni dell'esercito israeliano nel sud del Libano e hanno rapito due soldati israeliani.

La reazione israeliana non si è fatta attendere: il ministro della Difesa, Amir Peretz, ha rilasciato una dichiarazione nella quale ritiene il Libano direttamente responsabile della sicurezza dei due soldati e gli intima di agire immediatamente per far tornare i due militari in Israele.

Il Primo ministro, Ehud Olmert, ha ordinato quindi un'incursione in territorio libanese dell'esercito per cercare i due soldati rapiti e dell'aviazione. Secondo fonti libanesi, i bombardamenti avrebbero provocato la morte di almeno 2 civili e il ferimento di altri 5.

Per il rilascio dei due soldati, gli hezbollah avrebbero richiesto la liberazione dei libanesi detenuti nelle carceri israeliane.

Fonte: Misna, The Daily Star