Haiti

Siamo presenti ad Haiti dal 2010 quando un terribile sisma ha funestato il Paese causando la morte di più di 220mila persone e colpito, in vario modo, circa 3 milioni di abitanti.

Ci siamo da allora impegnati nella ricostruzione del Paese, ma anche nella sua riabilitazione e nel rilancio dei processi di sviluppo.

 

Oggi, siamo in fase di avvio (novembre 2017) di un progetto biennale finanziato dai fondi 8xmille CEI che ci permetterà di completare la ricostruzione del centro professionale di Lakou avviata con progetti finanziati da Caritas Italiana e donatori privati. Il centro avrà come destinatari  250 ragazzi/e in situazione di strada e disporrà di un asilo nido per i figli delle ragazze madri, pensato per favorire la loro partecipazione ai corsi.

Attraverso questo progetto ci occupiamo anche di accompagnare i giovani formati presso l’opera Lakay-Lakou nel loro inserimento nel mondo del lavoro, attraverso formazioni specifiche (ad esempio su come cercare lavoro, come scrivere un cv, come avviare un’attività economica) e la distruzione di kit professionali (utensili e materiali legati al mestiere appreso).

 

Inoltre, nell’ambito di un progetto Caritas in finalizzazione a dicembre 2017, sosteniamo l’opera Lakay-Lakou nella formazione degli educatori, nel servizio di ricerca familiare dei ragazzi di strada e nel sostegno alla riunificazione familiare (attraverso la promozione di Attività generatrici di Reddito – AGR – per le famiglie) e nell’accompagnamento dei giovani dopo la formazione professionale (AGR e contributi per l’affitto di una casa).

 

È in corso anche il progetto “Co-partners in development” finanziato dalla Commissione Europea, che ha portato all'impostazione generale del piano strategico della Fondazione Rinaldi, PDO (Planning and Development Office) dei Salesiani ad Haiti.

 

Ad Haiti partecipiamo alla COTESR (Coordination des Organisations Travaillant avec les Enfants en Situation de Rue), rete nazionale di enti pubblici e organizzazioni della società civile che lavorano per ragazzi in situazione di strada e che si è focalizzata ultimamente sull’analisi della problematica dell’integrazione scolastica dei destinatari.

 

Per quanto riguarda il lavoro di emergenza, dopo il passaggio dell’uragano Matthew ad ottobre 2016, abbiamo avviato, a fine 2016 e con fondi Caritas, un progetto di riabilitazione abitativa e di riduzione della vulnerabilità ai disastri ambientali che ci ha permesso finora di: formare le famiglie destinatarie e i mastri sulle buone pratiche di costruzione; fornire buoni per l’acquisto di materiale di costruzione e per il pagamento dei carpentieri a 196 famiglie; ricostruire totalmente 4 abitazioni.

 

Scarica la Scheda Paese del Bilancio Sociale 2016

Campaign

Foto / Video

 

VIS ad Haiti -  Educazione