Palestina

Siamo presenti in Palestina dal 1986. In oltre trent’anni abbiamo lavorato in diversi settori, specialmente nel settore educativo, ma anche in quello agricolo, dell’assistenza psico-sociale e delle energie rinnovabili.

 

Nel 2016 è stato avviato il progetto triennale cofinanziato dall’AICS N.O.I. Giovani in Palestina - Nuove Opportunità di Integrazione e di Impiego per giovani vulnerabili palestinesi” che ha ottenuto il supporto anche della Provincia Autonoma di Trento e della Regione Lombardia (con il progetto G.re.en. Palestine: Growth of Renewable Energies in Palestine!). Le attività vengono realizzare presso la Scuola Tecnica Salesiana (STS) di Betlemme e la Deir Debwan Industrial Secondary School (DDISS) di Ramallah, in collaborazione con il Guidance and Training Centre di Betlemme e il Ministero dell’Educazione palestinese.

 

Supportiamo dalla sua nascita il Centro Artistico Salesiano di Betlemme, fondato nel 2005 in collaborazione con il MAE italiano. Il centro, che produce oggetti in legno d’ulivo, madreperla e ceramica, contribuisce a conservare le antiche tradizioni dell’artigianato locale oltre che a formare nuovi giovani artisti.

 

Siamo inoltre presenti in Palestina con progetti di alta formazione: siamo promotori e coordinatori del Master in International Cooperation and Development (MICAD) dal 2005 e dello “Specialized Program in Governance and Administration in the Public Sector” dal 2015, presso l’Università di Betlemme.

 

Abbiamo recentemente portato a compimento numerosi progetti in ambito vitivinicolo a sostegno della Cantina salesiana di Cremisan (fondata nel 1885) e della valorizzazione dei vitigni autoctoni palestinesi,  che ci hanno impegnato dal 2009 al 2016: la Cantina ha oggi raggiunto buoni livelli di autonomia gestionale e autosostenibilità.

 

Sono in fase di avvio due nuovi progetti che coordineremo direttamente attraverso il nostro personale espatriato. Il primo progetto, da realizzare in collaborazione con il Comune di Torino (“NUR – New Urban Resources. Energia rinnovabile per Betlemme”), si propone di aumentare la produzione energetica da fonti rinnovabili e pulite per gli edifici pubblici, la creazione di imprese innovative nel settore energetico, la sensibilizzazione della popolazione in merito ai benefici derivanti dalle energie pulite. Il secondo progetto, da realizzazione in collaborazione con il Comune di Pavia (“Gestione e controllo della crescita urbana per lo sviluppo del patrimonio ed il miglioramento della vita nella città di Betlemme”), ha ad oggetto il rafforzamento del sistema di gestione e pianificazione del territorio del Comune di Betlemme, attraverso la creazione di una documentazione tridimensionale digitale del tessuto urbano.

 

Scarica la Scheda Paese del Bilancio Sociale 2016

Campaign

Foto / Video

VIS in Palestina