News dal campo

  • 24 febbraio 2016 - Continua, in Siria, l’assedio di Aleppo. La ‘capitale del Nord’, ormai tristemente nota alle cronache internazionali, è al centro dello scontro  tra l’esercito siriano, supportato dalla coalizione internazionale, e i ribelli, con lo spettro dell’Is sempre presente.

    Attualmente, lo scenario vede i bombardamenti della coalizione internazionale contro i ribelli, insieme all’offensiva di terra dell’esercito siriano nel Nord del Paese. In questo contesto, l’Is avanza, avvicinandosi sempre di più ad Aleppo. Intanto, il regime di Assad si è detto pronto a rispettare il cessate il fuoco concordato per il 27 febbraio.

  • 23 febbraio 2016 - Lunedì 15 febbraio la Bosnia-Erzegovina ha compiuto un passo fondamentale lungo il tortuoso cammino che la sta portando verso l’ingresso nell’Unione Europea. A Bruxelles, il presidente del paese balcanico Dragan Čović ha infatti consegnato a Bert Koenders, Ministro degli Esteri dell’Olanda, Presidente di turno dell’Unione Europea, la richiesta ufficiale di adesione all’Unione Europea, alla presenza dell’Alto Rappresentante per gli Affari Esteri dell’UE Federica Mogherini e del Commissario UE per l’Allargamento, Johannes Hahn.

  • 17 febbraio 2016 - Pubblichiamo di seguito la testimonianza di un nostro volontario in Palestina.

    Al rientro da Betlemme, roccaforte del VIS in Terra Santa, divisa tra l’ufficio presso il convento dei Salesiani e quello dell’Università, mi sono trovato ad assaporare uno degli spettacoli più incredibili. Quasi un miracolo, una magia che racchiude in se due opposti: il giorno e la notte in un unico cielo!

  • 16 febbraio 2016 - Il 29 dicembre del 2015, Christa Bénigne Irakoh, attivista politica nella provincia di Bujumbura, riceve una telefonata. Una voce la invita a un incontro fuori città. Per tutelarsi, prima di recarsi al meeting, passa a prendere Eddy Claude Ndabanezc, un ex ufficiale dell'esercito del Burundi. Da quel giorno, non si hanno più loro notizie.

    La storia, purtroppo comune all’interno della terribile situazione in Burundi, è stata raccontata da Focode (Forum pour la Conscience et le Développement), Ong con sede a Bujumbura.

  • 2 febbraio 2016 - Erano in molti ad aspettare, soprattutto in Burundi, il vertice dell’Unione Africana per l’invio di truppe internazionali a Bujumbura, pur senza l’accordo con il presidente Pierre Nukurunziza. Il summit, però, si è concluso con un nulla di fatto che lascia la situazione ancora di più sul filo del rasoio. Secondo le Nazioni Unite, dall’inizio delle ostilità, almeno 439 persone sono morte e 240mila fuggite dalle loro abitazioni.

    Invece di una forza di peacekeeping, l’Ua invierà adesso a Bujumbura un comitato ancora da definire in una data ancora da stabilire per promuovere il “dialogo inclusivo” tra le due parti con l’obiettivo, secondo quanto riferiscono i media internazionali, di far cambiare idea a Nkurunziza.

  • 22 gennaio 2016 - Non poteva esserci inizio di anno migliore per VIS Palestina. Gennaio 2016 ha visto la partenza di due importanti progetti.

  • 21 gennaio 2016 - Una delegazione di 15 ambasciatori Onu è arrivata a Bujumbura, la capitale del Burundi. L’obiettivo della missione è tentare di aprire un dialogo tra governo e opposizioni, per scongiurare lo spettro di una guerra civile sempre più vicina. Gli ambasciatori proveranno a far accettare all’esecutivo guidato da Pierre Nkurunziza anche il dispiegamento di una forza di mantenimento di pace dell’Unione africana.

  • 14 gennaio 2016 - “Dalla prossima settimana il pomeriggio verranno al Centro anche i bambini della scuola elementare pubblica”. In questo modo ci era stata annunciato, a fine novembre, l’arrivo al Katolički Školski Centar di Žepče, in Bosnia-Erzegovina, di circa 200 bambini tra gli 8 e gli 11 anni che avrebbero usufruito delle aule del centro scolastico salesiano vista l’inagibilità della scuola pubblica della città, sottoposta a improrogabili lavori di ristrutturazione.

  • 13 gennaio 2016 - Una valle da cui nelle giornate più limpide si può ammirare all’orizzonte il lago di Scutari, una comunità unita da tradizioni secolari e gusti semplici ma decisi e giovani desiderosi di essere i primi promotori di valori locali che danno loro identità e orgoglio.

    Questi i veri ingredienti della festa del Kaçimak, che ormai per il secondo anno è stata festeggiata nella valle di Shkrel e più precisamente al villaggio di Bzhete.

  • 11 gennaio 2016 - Non si intravede ancora una soluzione per la crisi in Burundi. I negoziati tra alcuni rappresentati dell’opposizione e il governo di Bujumbura si sono fermati all’unico incontro del 28 dicembre ad Arusha, in Tanzania. Un altro meeting, fissato per il 6 gennaio, è stato disertato da entrambe le forze in gioco.

Pagine