News dal campo

  • 15 Novembre 2016 - La 22° edizione della conferenza annuale sul cambiamento climatico – COP22 –, aperta il 7 Novembre a Marrakech (Marocco), si chiuderà il prossimo 22 Novembre; ma è proprio a partire da oggi che si terranno le prime riunioni a cui parteciperanno i vertici delle nazioni presenti.

  • 3 Novembre 2016 - La terribile storia di 30 bambini presi in ostaggio e accusati di stregoneria, costretti a rinchiudersi in casa per non essere arsi vivi dalla folla inferocita. Una storia purtroppo non così rara nella Repubblica Democratica del Congo, dove da tanti anni cerchiamo di salvaguardare questi bimbi dalla follìa della gente.

     

  • 24 Ottobre 2016 - VIS è ad Haiti dal 2010, dopo che quel terribile terremoto sconvolse l'intero paese. Ora siamo qui nello stato di emergenza, in collaborazione con i Salesiani e lavoreremo per la ricostruzione. Due nostre cooperanti hanno svolto una missione per verificare la situazione nelle aree colpite dall'uragano Matthew. Questo il loro report.

    L’ultimo bollettino di OCHA datato 17 ottobre 2016 riporta i seguenti dati :

    • 2.1 milioni le persone colpite nel paese;
    • 546 vittime e128 dispersi;
    • 806,000 persone si trovano in “emergenza cibo”;
    • 10,000 bambini hanno bisogno di assistenza per non cadere vittima di abusi e violenze.

    Il numero delle vittime e dei feriti è giornalmente aggiornato ed in continuo aumento.

  • 18 ottobre 2016 – Beatrice ha svolto una esperienza di volontariato internazionale con il VIS a Dakar, Senegal all'interno del Charity Work Program dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

    Ci racconta, in un piccolo diario di viaggio, la sua esperienza.

    Mi state chiedendo cosa provo a stare qui, se sto tenendo un diario, se faccio foto o semplicemente ho “qualcosa” da raccontare. Come sintetizzare tutto in “qualcosa”, non è semplice. La verità è che sto assorbendo come una spugna qualunque incontro, sguardo, parola o gesto che mi venga rivolto.

  • 14 ottobre 2016 - Questa storia viene da Buterere, una quartiere periferico di Bujumbura. Siamo in Burundi e purtroppo si tratta di una storia vera.

    "Avere delle figlie di 12 anni da proteggere, da far crescere senza che siano segnate da ferite profonde o traumi interiori e far di tutto per assicurare loro la possibilità di un avvenire migliore in un mondo più umano e più giusto di quello attuale. Un teorema semplice, una ipotesi che fai di tutto per rendere concreta.

  • 11 ottobre 2016 - Elisa Salvaneschi, cooperante del VIS in Haiti si trovava nella capitale quando l'uragano Matthew ha devastato buona parte di questo paese. Un paese su cui, negli anni, si sono abbattute diverse catastrofi naturali che non hanno fatto altro che aggravare la situazione già difficile in cui si trova questo Paese. Vi proponiamo il suo racconto.

  • 5 ottobre 2016 - Partire per un'esperienza di volontariato internazionale è una esperienza straordinaria, che arricchisce. Ma, nei fatti, in cosa consiste questa esperienza? Necessità, progetti attivi sul posto e capacità, esperienze personali influiranno senza dubbio sulle attività a cui si collaborerà. Questa è l'esperienza di Leonardo, studente di Economia all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e arrivato a Dakar dopo aver vinto il bando del Charity Work  Program. 

    "Una volta arrivato a Dakar io e la mia compagna di viaggio Beatrice Distort siamo stati accolti dai cooperanti dell’ong Gianpaolo Gullotta e Michel Metanmo che ci hanno introdotto nell’operatività corrente del loro lavoro lì in Senegal.

  • 5 ottobre 2016 - Leonardo è uno studente della Facoltà di Economia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Un ragazzo giovane e propositivo che ha scelto di "lanciarsi" in una nuova avventura grazie al Charity Work Program. Ci ha raccontato la sua esperienza di volontariato internazionale svolto con il VIS a Dakar, in Senegal.

  • 29 Settembre 2016 - Sofia ed Elena sono due studentesse dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e stanno svolgendo un tirocinio con il VIS. In questo momento si trovano in Bolivia e si occupano di dare supporto ad un progetto che il VIS sta realizzando a Kami per l'educazione ai diritti umani. Ecco la loro esperienza. Grazie ragazze!

    Ad un italiano all’estero si pone sempre lo stesso dilemma: troverò un bar che mi offra un buon caffè? Dopo neanche una settimana di disperate ricerche avevamo capito di non avere più speranze. Dovevamo accettare il fatto che avremmo passato due mesi senza quel profumo di caffè alla mattina.

  • 27 settembre 2016 - Chi ci scrive oggi è Lucia, ex volontaria in Servizio Civile in Angola, che completato il suo percorso formativo e di servizio con il VIS è tornata a Luanda, per collaborare con un’altra organizzazione. Buon lavoro Lucia! Siamo felici che l’esperienza del Servizio Civile ti sia rimasta dentro il cuore e continui a vivere in te!

    Sono passati due mesi, ma sono tornata. Il Servizio Civile è finito per me, ma non è ancora finita con l’Angola. Eccomi infatti di nuovo a Luanda, con un nuovo incarico, per un nuovo progetto. Sono passati un paio di giorni da quando sono tornata, e mi viene in mente che è giovedì, quindi il giorno dedicato all’attività serale con i ragazzi di strada in zona “Primeiro de Maio”.

Pagine