Salta al contenuto principale

Corpi Civili di Pace

Quella dei Corpi Civili di Pace (CCP) è un'esperienza formativa per giovani dai 18 ai 28 anni, della durata di un anno, da svolgere in un Paese in cui il VIS è presente con operatori e con progetti di sviluppo, indicati di volta in volta nei relativi bandi.

 

I CCP sono operatori volontari impegnati in azioni di pace non governative nelle aree di conflitto o soggette a rischio di conflitto o in zone di emergenza ambientale. Promuovono la pace, impegnandosi a salvaguardare i diritti umani, la parità di genere, la solidarietà internazionale e la cooperazione allo sviluppo umano. Non intervengono nei conflitti armati.

I CCP agiscono in qualità di human rights defenders in contesti di crisi dovuti a conflittualità interna di varia natura, instabilità politica, minaccia alla democrazia, violazioni estese e reiterate dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Mettono in atto comportamenti e tecniche che mirano a prevenire l’aggravarsi della situazione ea trasformare il conflitto mediante attività di interposizione, mediazione, dialogo, riconciliazione, informazione, promozione dei diritti fondamentali della persona e dei popoli e dei principi democratici. Entrano nelle comunità dove vanno ad operare, affiancandole e condividendo preoccupazioni e bisogni dei più vulnerabili. I CCP si impegnano a rispettare i principi etici e le regole di condotta e metodologie descritte nel Codice etico dei Corpi Civili di Pace. Per tutto questo i giovani operatori seguono una prima formazione ad hoc all’inizio del loro servizio, secondo le linee guida definite dal Dipartimento per la Gioventù e il Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e un percorso formativo specifico elaborato dall’ente di invio. Si rende necessaria, quindi, per i CCP una preparazione di alto livello per poter operare.

 

I CCP rappresentano una novità nel panorama normativo del volontariato italiano, dove sono stati istituiti con la legge 27 dicembre 2013, n. 147 per il triennio 2014-2016 e partiti in via sperimentale con il decreto del 7 maggio 2015 emanato dai Ministeri del lavoro e delle politiche sociali e degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. La sperimentazione prevede la partecipazione di 500 giovani. Il primo contingente CCP, partito nel giugno 2017, conta quasi un centinaio di ragazzi e ragazze impegnati in progetti all’estero e in Italia. Il VIS è tra i primi enti ad aver selezionato ed inviato giovani CCP in aree di conflitto sociale (3 giovani in Bolivia) coinvolgendoli in attività di educazione alla pace e alla gestione nonviolenta dei conflitti.

 

DOWNLOAD 

Scarica il bando 2019

Scarica il progetto del VIS

Scarica gli allegati per presentare la domanda: domanda di ammissione (Allegato 3), dichiarazione titoli posseduti (Allegato 4) e informativa privacy (Allegato 5).

 

PER INFORMAZIONI

Puoi scrivere a sc@volint.it

Volontari Internazionali e Tirocinanti

volontari internazionali offrono la propria disponibilità a svolgere un servizio di missione all'estero a titolo gratuito, per scelta professionale o vocazionale. Stipulano con il VIS un accordo di volontariato. L’impegno richiesto varia dai 3 ai 6 mesi.

Un’altra opportunità di inserimento di breve durata in progetti di sviluppo sono i tirocini curricolari che il VIS propone in sinergia con Università ed enti di formazione sulla base di apposite Convenzioni. 

L’inserimento di volontari e tirocinanti avviene nei progetti di sviluppo locali in un Paese da concordare con il VIS tra quelli dove opera, con ruoli che vengono definiti di volta in volta in base alle necessità provenienti dai Paesi e a disponibilità, competenze, esperienze maturate e aspettative di ogni candidato.

Le attività in cui si inseriscono questi operatori sono prevalentemente:

  • attività educative in progetti di recupero di bambini e adolescenti in situazione di strada e a rischio di esclusione sociale;
  • attività di formazione professionale e inserimento lavorativo dei giovani;
  • attività di sensibilizzazione e comunicazione;
  • attività di supporto alla progettazione e all'amministrazione.

Ad entrambe le figure si richiede la condivisione della vision mission del VIS, la capacità di lavorare in équipe con le comunità salesiane, il personale locale e gli altri operatori VIS in loco, una buona conoscenza delle tematiche correlate allo sviluppo e alla cooperazione internazionale, flessibilità e capacità di adattamento a contesti complessi.

PER INFORMAZIONI

Puoi scrivere a volontariato@volint.it

Operatori di Sviluppo e Consulenti

Gli Operatori di Sviluppo e i Consulenti sono figure professionali che instaurano con il VIS un rapporto lavorativo. Sono inseriti nei progetti di sviluppo con ruoli e competenze specifiche e operano in dialogo con i salesiani e il personale locale ed eventuale ulteriori operatori VIS in loco.

Gli Operatori di Sviluppo si inseriscono nella struttura del VIS in loco a lungo termine, in genere per almeno due anni. I profili che ricerchiamo maggiormente sono gestionali e di coordinamento quali rappresentante paese, project e programme manager e amministratore.

I Consulenti svolgono invece missioni di breve durata, offrendo un supporto tecnico per l'implementazione dei progetti. Ad entrambe le figure si richiede la condivisione della vision e mission del VIS, la capacità di lavorare in équipe con le comunità salesiane, il personale locale e gli altri operatori VIS in loco, flessibilità e capacità di adattamento a contesti complessi.

PER CANDIDARSI

La selezione di queste figure avviene nella maggior parte dei casi a partire da una candidatura inviata in risposta alle vacancy che pubblichiamo su questo sito alla sezione Offerte di lavoro, scrivendo a selezione@volint.it. È tuttavia possibile inviare candidature spontanee scrivendo a volontariato@volint.it.

PER INFORMAZIONI

Puoi scrivere a volontariato@volint.it

Partire con il VIS

Il VIS si caratterizza storicamente e istituzionalmente per la promozione di esperienze di servizio all'estero nell’ambito delle proprie attività di cooperazione internazionale allo sviluppo, svolte prevalentemente in partenariato con i Salesiani di Don Bosco.

Si tratta di esperienze professionali e formative accomunate da una grande valenza umana, offrendo a chi le realizza la possibilità di prestare un servizio di solidarietà a favore dei più vulnerabili e di dare slancio al proprio percorso di crescita. Il servizio all'estero rappresenta per il VIS una proposta educativa e formativa multiforme per i giovani, destinatari dell'esperienza oltre che valido supporto nell’implementazione di attività progettuali.

Per il VIS i progetti all'estero sono importanti tanto quanto i progetti di vita di ciascun operatore espatriato. Agli operatori in partenza si richiede la condivisione della vision e mission del VIS, la capacità di lavorare in équipe con le comunità salesiane, il personale locale e gli altri operatori VIS già in loco, flessibilità e capacità di adattamento a contesti complessi.

Il VIS inquadra i giovani che prestano servizio nei suoi progetti di cooperazione internazionale nelle seguenti tipologie.

 

OPERATORI DI SVILUPPO E CONSULENTI

Sono figure professionali che instaurano con il VIS un rapporto lavorativo. Sono inseriti nei progetti di sviluppo con ruoli e competenze specifiche.

 

VOLONTARI INTERNAZIONALI E TIROCINANTI

Svolgono un'esperienza formativa di breve durata, a titolo gratuito.

 

VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ALL'ESTERO

Sono giovani tra i 18 e i 28 anni che svolgono un'esperienza formativa, della durata di un anno, in un Paese in cui il VIS è presente con operatori e progetti di sviluppo. Vengono selezionati partecipando ai Bandi di Servizio Civile Nazionale a cui il VIS aderisce con un progetto specifico.

 

CORPI CIVILI DI PACE

Sono giovani tra i 18 e i 28 anni che svolgono un'esperienza formativa con focus specifico sulla promozione della pace, della durata di un anno, in un Paese in cui il VIS è presente con operatori e progetti di sviluppo. Vengono selezionati partecipando ai Bandi nazionali per Corpi Civili di Pace a cui il VIS aderisce con un progetto specifico.

Il Volontariato Internazionale

Il VIS si caratterizza storicamente e istituzionalmente per la promozione di esperienze di servizio all'estero nell’ambito delle proprie attività di cooperazione internazionale allo sviluppo, svolte prevalentemente in partenariato con i Salesiani di Don Bosco.

Si tratta di esperienze professionali e formative accomunate da una grande valenza umana, offrendo a chi le realizza la possibilità di prestare un servizio di solidarietà a favore dei più vulnerabili e di dare slancio al proprio percorso di crescita. Il servizio all'estero rappresenta per il VIS una proposta educativa e formativa multiforme per i giovani, destinatari dell'esperienza oltre che valido supporto nell’implementazione di attività progettuali.

Per il VIS i progetti all'estero sono importanti tanto quanto i progetti di vita di ciascun operatore espatriato. Agli operatori in partenza si richiede la condivisione della vision e mission del VIS, la capacità di lavorare in équipe con le comunità salesiane, il personale locale e gli altri operatori VIS già in loco, flessibilità e capacità di adattamento a contesti complessi.

Il VIS inquadra i giovani che prestano servizio nei suoi progetti di cooperazione internazionale nelle seguenti tipologie.

 

OPERATORI DI SVILUPPO E CONSULENTI

Sono figure professionali che instaurano con il VIS un rapporto lavorativo. Sono inseriti nei progetti di sviluppo con ruoli e competenze specifiche.

 

VOLONTARI INTERNAZIONALI E TIROCINANTI

Svolgono un'esperienza formativa di breve durata, a titolo gratuito.

 

VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ALL'ESTERO

Sono giovani tra i 18 e i 28 anni che svolgono un'esperienza formativa, della durata di un anno, in un Paese in cui il VIS è presente con operatori e progetti di sviluppo. Vengono selezionati partecipando ai Bandi di Servizio Civile Nazionale a cui il VIS aderisce con un progetto specifico.

 

CORPI CIVILI DI PACE

Sono giovani tra i 18 e i 28 anni che svolgono un'esperienza formativa con focus specifico sulla promozione della pace, della durata di un anno, in un Paese in cui il VIS è presente con operatori e progetti di sviluppo. Vengono selezionati partecipando ai Bandi nazionali per Corpi Civili di Pace a cui il VIS aderisce con un progetto specifico.

Iscriviti a Volontariato