Salta al contenuto principale
Il diario di Rebecca, cooperante wannabe

Oggi riportiamo l’esperienza di Rebecca che ha già collaborato con il VIS prima come volontaria in servizio civile, poi come Project Manager Assistant e ora, sempre con il VIS, è in Palestina come

Betlemme SMART City: il nuovo Progetto per lo sviluppo urbano e territoriale

Al via il progetto “Betlemme SMART City – Sistema di Monitoraggio Ambientale e Rinnovamento Tecnologico nella città di Betlemme” finanziato da AICS- Agenzia italiana per la cooperazione allo svilup

Mustafa e Ahmad

“Siamo Mustafa e Ahmad, abbiamo 22 anni, viviamo a Betlemme e abbiamo una passione in comune: l’energia e tutte le sue possibili applicazioni! Siamo amici, ma la nostra è una storia d’amicizia particolare; ci siamo conosciuti grazie al progetto NUR – New Urban Resources durante i corsi intensivi di efficientamento energetico ed energia rinnovabile al Centro di Formazione Professionale Salesiano e, poi, abbiamo frequentato quelli di scrittura di Business plan all’Università di Betlemme.

Dal momento in cui ci siamo incontrati, non ci siamo più separati perché proprio durante i corsi abbiamo avuto l’idea di creare la nostra Smart Bench.

Se oggi ci vedete seduti su questa panchina è grazie al nostro costante impegno e grazie al sostegno del Bethlehem Business Incubator (BBI) che ha permesso alla nostra idea di prendere forma e diventare reale. In questo percorso di incubazione abbiamo fondato la nostra startup Hub Charger, il nostro primo progetto è questa panchina che grazie ad un pannello solare permette di ricaricare i dispositivi elettronici tramite una porta USB e di illuminarsi al buio grazie alle luci al led installate.

Guardiamo al futuro con occhi speranzosi ma consapevoli delle numerose difficoltà legate al contesto in cui viviamo; quello che ci auguriamo è di trovare investitori pronti a sostenerci e sviluppare il nostro progetto come hanno fatto fino ad ora il Bethlehem Business Incubator e il VIS.”

La Smart Bench realizzata da Mustafa e Ahmad è una delle cinque startup palestinesi nate grazie al progetto NUR finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). Il progetto nasce grazie al rapporto di collaborazione fra il comune di Torino e la Municipalità di Betlemme e si basa su una visione complessiva di sostenibilità ambientale, animata sia dagli impulsi delle autorità locali sia dall’apporto della società civile, con l’obiettivo di incrementare la diffusione e migliorare la gestione di energia rinnovabile.

Women Entrepreneurship Forum: un evento dedicato alle imprenditrici palestinesi

Nei giorni scorsi presso l’Università di Betlemme si è svolto il Women Entrepreneurship Forum, un evento organizzato nell’ambito del Progetto “

VIS
Il governo italiano intervenga: sei organizzazioni palestinesi nella lista delle associazioni terroristiche

Pubblichiamo integralmente il comunicato di Piattaforma delle OSC Italiane in Medio Oriente e Mediterraneo, Società Civile per la Palestina, Rete Italiana Pace e Disarmo e AOI, Link2007 e CINI, di

NUR: il Progetto che dà alla luce nuove idee di business sostenibile

Il progetto NUR, che in arabo significa luce, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) nasce grazie al rapporto di collaborazione fra il comune di Torino e la Munic

Ad agosto in Palestina e Israele aumentano i casi di Covid-19: in Israele parte la somministrazione della terza dose per gli over 30

La Palestina ed Israele nel mese di agosto hanno registrato un’impennata di casi di Covid-19.

Facciamo business: l'Università di Betlemme lancia un nuovo hackathon

Qualche giorno fa l’Università di Betlemme ha organizzato il primo hackathon post-covid nel quadro del progetto “

VIS
#InsiemePerLaPalestina, accanto alla popolazione civile di Gaza

Pubblichiamo il comunicato di AOI e della Piattaforma delle ONG italiane Mediterraneo e Medio Oriente, di cui il VIS fa parte:

#InsiemePerLaPalestina, il VIS al fianco della popolazione civile di Gaza

L’entusiasmo dei festeggiamenti per il cessate il fuoco ha nuovamente lasciato spazio alle tensioni e alle preoccupazioni.

Iscriviti a Palestina